Articoli scientifici

N. 4 - novembre 2020

The Comparative Effects of Upper Thoracic Spine Thrust Manipulation Techniques in Individuals With Subacromial Pain Syndrome: A Randomized Clinical Trial

Commento all’articolo: “The Comparative Effects of Upper Thoracic Spine Thrust Manipulation Techniques in Individuals With Subacromial Pain Syndrome: A Randomized Clinical Trial” Jason K. Grimes, Emilio J. Puentedura, M. Samuel Cheng, Amee L. Seitz.

A cura di: Dott. Mauro Piazza
(Fisioterapista, OMPT; Collaboratore alla didattica del Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici, Università di Genova)

spalla dolorosa

Il trattamento della spalla dolorosa risulta una sfida ardua per i clinici. Il paper esaminato cerca di analizzare una delle tecniche maggiormente usate dai terapisti al giorno d’oggi.

Il dolore aspecifico di spalla rappresenta uno dei disturbi muscolo-scheletrici più diffusi, con una prevalenza tra il 7% e il 26%1. In un’ottica biomedica, all’interno della categoria “dolore di spalla” viene compresa la sindrome da conflitto subacromiale alla quale sono correlate alterazioni nella cinematica scapolare, della performance muscolare e dell’attività neuromuscolare. Sempre secondo questa visione, i trattamenti proposti per questo tipo di problematica vengono ricompresi esercizi di stretching della muscolatura2 ed esercizi di controllo motorio3. In aggiunta a questi, la manipolazione del rachide toracico è molto usata sulla basa del concetto di interdipendenza regionale4–8. L’obiettivo di questo studio è quello di comparare l’effetto immediato e a breve termine di due manovre HVLA toraciche e di una manovra placebo in termini di dolore, disabilità e soddisfazione del paziente, i quali rappresentano gli outcome primari; eventuali effetti sulla cinematica scapolare, la forza muscolare dei muscoli gran dentato e trapezio medio e inferiore e la lunghezza del muscolo piccolo pettorale rappresentano, invece, outcome secondari. 60 pazienti sono stati randomizzati in 3 gruppi, i quali hanno ricevuto rispettivamente una HVLA del rachide toracico superiore con paziente supino, HVLA con paziente seduto e una manovra placebo sempre in posizione seduta.

Gli outcome primari sono stati valutati con la Penn Shoulder Score immediatamente prima della manovra e dopo 48 ore al fine di quantificare i cambiamenti a breve termine. Gli outcome secondari sono stati misurati con goniometro per quanto riguarda la cinematica scapolare, con dinamometro per quanto riguarda la forza muscolare e un metro per quanto riguarda la lunghezza del piccolo pettorale. Tutti gli outcome secondari sono stati testati immediatamente prima e dopo la manovra. Non sono stati riscontrati miglioramenti statisticamente significativi in termini di dolore, disabilità e soddisfazione dei pazienti (P>05). Per quanto riguarda gli outcome secondari l’unico miglioramento statisticamente significativo è stato un aumento del tilt posteriore della scapola attivo nei pazienti dei gruppi sperimentali (P=039). Non sono state rilevate, invece, differenze statisticamente significative tra i gruppi per quanto riguarda la cinematica scapolare, la lunghezza del piccolo pettorale e per la forza espressa dai 3 muscoli esaminati.

Gli autori concludono che per individui con sindrome da conflitto subacromiale la manipolazione toracica non è superiore al placebo in termini di dolore, disabilità e soddisfazione del paziente e che non vi sono differenze statisticamente significative in termini di cinematica scapolare, forza muscolare e lunghezza del piccolo pettorale. I miglioramenti avvenuti, in seguito a tale manovra, sono da ricondurre all’interazione fisioterapista-paziente, all’effetto placebo, al recupero spontaneo e a fattori psicosociali. I risultati ottenuti dallo studio commentato sono in accordo con la recente revisione sistematica effettuata da Bizzarri et al. Del 20189, la quale ponendosi un quesito clinico simile a questo lavoro ha rilevato risultati sovrapponibili. È necessario quindi domandarsi se e come usare tale tecnica nella nostra pratica quotidiana e se conviene provare a gestire i fattori di contesto che sembrano essere i veri responsabili del miglioramento clinico del paziente10.

 

Bibliografia:

  1. Luime JJ, Koes BW, Hendriksen IJM, Burdorf A, Verhagen AP, Miedema HS, et al. Prevalence and incidence of shoulder pain in the general population; a systematic review. Scand J Rheumatol. 2004;33(2):73–81.
  2. Roy J-S, Moffet H, Hébert LJ, Lirette R. Effect of motor control and strengthening exercises on shoulder function in persons with impingement syndrome: A single-subject study design. Man Ther [Internet]. 2009;14(2):180 Available from: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1356689X08000283
  3. Reijneveld EAE, Noten S, Michener LA, Cools A, Struyf F. Clinical outcomes of a scapular-focused treatment in patients with subacromial pain syndrome: a systematic review. Br J Sports Med [Internet]. 2017 Mar 1;51(5):436 LP Available from: http://bjsm.bmj.com/content/51/5/436.abstract
  4. Rosa DP, Alburquerque-Sendín F, Salvini TF, Camargo PR. Effect of seated thoracic manipulation on changes in scapular kinematics and scapulohumeral rhythm in young asymptomatic participants: A randomized study. J Manipulative Physiol Ther [Internet]. 2013;36(8):546 Available from: http://dx.doi.org/10.1016/j.jmpt.2013.07.006
  5. Haik MN, Alburquerque-sendı F, Camargo PR. Short-Term Effects of Thoracic Spine Manipulation on Shoulder Impingement Syndrome: A Randomized Controlled Trial. 2017;
  6. Kardouni JR, Shaffer SW, Pidcoe PE, Finucane SD, Cheatham SA, Michener LA. Immediate changes in pressure pain sensitivity after thoracic spinal manipulative therapy in patients with subacromial impingement syndrome: A randomized controlled study. Man Ther [Internet]. 2015;20(4):540 Available from: http://dx.doi.org/10.1016/j.math.2014.12.003
  7. McCormack J, Underwood F, Slaven E, Cappaert T. the Minimum Clinically Important Difference on the Visa-a and Lefs for Patients With Insertional Achilles Tendinopathy. Int J Sports Phys Ther. 2015;10(5):639–44.
  8. Riley SP, Bialosky J, Cote MP, Swanson BT, Tafuto V, Sizer PS, et al. Thoracic spinal manipulation for musculoskeletal shoulder pain: Can an instructional set change patient expectation and outcome? Man Ther. 2015;20(3):469–74.
  9. Bizzarri P, Buzzatti L, Cattrysse E, Scafoglieri A. Thoracic manual therapy is not more effective than placebo thoracic manual therapy in patients with shoulder dysfunctions: A systematic review with meta-analysis. Musculoskelet Sci Pract [Internet]. 2018;33(February 2017):1 Available from: https://doi.org/10.1016/j.msksp.2017.10.006
  10. Bizzarri P, Buzzatti L, Cattrysse E, Scafoglieri A. Thoracic manual therapy is not more effective than placebo thoracic manual therapy in patients with shoulder dysfunctions: A systematic review with meta-analysis. Musculoskelet Sci Pract [Internet]. 2018;33(February 2017):1 Available from: https://doi.org/10.1016/j.msksp.2017.10.006

 

Accesso Utenti

FISIOTERAPISTA OMT

ifomptIl Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici dell'Università di Genova risponde pienamente agli standard formativi del terapista manipolativo dettati da IFOMPT. Leggi tutto