Visione

master rdm

Il Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici aspira a confermarsi negli anni come il percorso formativo Universitario di elezione nella Terapia Manuale e nella Riabilitazione dei Disordini Muscolo-Scheletrici, in linea con i modelli di specializzazione già vigenti all’estero e a dar vita al primo polo di FORMAZIONE, RICERCA E DIDATTICA CLINICA dei fisioterapisti e per i fisioterapisti in Italia.
Le attività didattiche curricolari e quelle culturali e scientifiche extracurricolari organizzate dallo staff dei docenti e collaboratori del master sono orientate a rispondere

  • alle esigenze del Paziente, fruitore ultimo delle competenze professionali riabilitative sviluppate in tali iniziative,
  • alle esigenze formative del Fisioterapista, alle quali vengono orientati i programmi,
  • alle esigenze delle Associazioni Professionali, in merito alla attivazione di particolari percorsi formativi, culturali e di ricerca
  • alla missione dell’Università, favorendo collaborazioni inter-ateneo, nazionali e internazionali tramite un’opera di disseminazione della produzione culturale e scientifica del Master RDM anche finalizzata al supporto e allo sviluppo di percorsi formativi affini e fornendo tutto il possibile supporto di competenze specialistiche nel campo della Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici e della Terapia Manuale allo sviluppo di progetti di ricerca in collaborazione.

 

I Valori

Le attività di Formazione e di Ricerca saranno orientate a raggiungere il massimo livello di:

QUALITA’

La Qualità Didattica sarà continuamente ricercata:
•    a livello di contenuti tramite un continuo aggiornamento alla luce delle nuove acquisizioni scientifiche e cliniche, nel rispetto degli standard formativi più elevati sviluppati a livello internazionale.
•    a livello di comunicazione e supporto per lo studente nel processo di apprendimento degli skills tecnici e delle metodologie di studio ed elaborazione della tesi
La Qualità nella Ricerca sarà perseguita tramite lo sviluppo di progetti con rilevanza clinica ed utilizzando le competenze già presenti in altri gruppi nazionali ed esteri con i quali attivare ogni possibile collaborazione


CONCRETEZZA

La Concretezza nella Didattica viene intesa come la ricerca di metodologie di insegnamento orientate al massimo verso il problem solving clinico, in riferimento ad un concetto biopsicosociale della salute e a procedure decisionali basate sulle prove di efficacia (EBM) che pongono al centro dell’azione professionale il Paziente.
La Concretezza nella Ricerca si attua scegliendo progetti realizzabili, di immediata ricaduta clinica e professionale


COLLABORAZIONE

La Collaborazione nella Didattica è considerato lo strumento principe di miglioramento della performance del docente, tramite un continuo scambio di informazioni e di critiche costruttive con gli altri docenti. La trasmissione del valore della Collaborazione agli studenti è il presupposto per lo sviluppo di una visione interdisciplinare della pratica clinica professionale con cui gli studenti si confronteranno giornalmente.
La Collaborazione nella Ricerca è valore imprescindibile se si vuole evitare l’autoreferenzialità ed implementare in modo continuo e dinamico le competenze del gruppo. Questa si realizza all’interno del gruppo di docenti e collaboratori e va ricercata verso altri gruppi.


PRODUTTIVITA’ e DISSEMINAZIONE

La Produttività e la Disseminazione nella Didattica viene realizzata costruendo materiali didattici innovativi, flessibili, riutilizzabili e facilmente aggiornabili e progettando percorsi formativi integrativi al curriculum del master che permettano anche ai colleghi che non hanno possibilità di frequentare il Master, un avvicinamento ai messaggi culturali principali che questo contiene.
La Produttività e la Disseminazione nella Ricerca si realizza a vari livelli, a partire dalla produzione delle tesi del master per arrivare allo sviluppo di progetti finanziati.
I risultati dovranno supportare i contenuti didattici del master e di percorsi formativi integrativi, essere comunicati in tutte le opportunità congressuali si rendano disponibili, pubblicati su riviste scientifiche a differenti livelli e qualora sia possibile divulgati in modo adeguato tramite i media per permettere anche al Paziente di acquisire le corrette informazioni sulla terapia dei disordini muscoloscheletrici e favorire la sua scelta terapeutica.


La Missione

  • Formare in Italia fisioterapisti specializzati nella riabilitazione dei disordini muscoloscheletrici secondo i principi del EBP, capaci di esercitare una attività professionale autonoma di alto livello
  • Essere parte della ricerca e della divulgazione scientifica nella riabilitazione dei disordini muscoloscheletrici
  • Istituire rapporti di collaborazione con Università italiane ed estere

Accesso Utenti

FISIOTERAPISTA OMT

ifomptIl Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici dell'Università di Genova risponde pienamente agli standard formativi del terapista manipolativo dettati da IFOMPT. Leggi tutto