Articoli scientifici

N. 5 - novembre 2020

Exercise-induced hypoalgesia in pain-free and chronic pain populations: state of the art and future directions

Commento all’articolo: “Exercise-induced hypoalgesia in pain-free and chronic pain populations: state of the art and future directions” Jason K. Grimes, Emilio J. Puentedura, M. Samuel Cheng, Amee L. Seitz.

A cura di: Dott. Stefano Garzonio
(Fisioterapista BSc, OMPT; Collaboratore alla didattica del Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici, Università di Genova)

pain

L’esercizio è considerato una componente importante nella gestione del dolore cronico. Tra i suoi numerosi potenziali benefici vi è anche quello di ridurre il dolore. La risposta all’esercizio fisico, soprattutto nelle prime fasi, può tuttavia essere molto variabile nelle diverse popolazioni con dolore cronico. Partendo da questa considerazione gli autori del paper approfondiscono il ruolo dell’ipoalgesia indotta dall’esercizio (EIH, exercise-induced hypoalgesia). Nella popolazione pain-free una sessione di esercizio, che sia di resistenza o aerobico, determina una diminuzione della sensibilità agli stimoli dolorifici di durata variabile (EIH). La risposta è molto più fluttuante nei soggetti con dolore cronico. Capire quali meccanismi neurofisiologici regolano questo fenomeno, perché è alterato in alcune popolazioni con dolore cronico e come poterlo correttamente utilizzare nella pratica clinica è quindi fondamentale per favorire un miglioramento dei sintomi del paziente e migliorare di conseguenza la sua aderenza al programma riabilitativo, con i benefici terapeutici che ne conseguono.
Sembrerebbe che un’alterazione dell’EIH sia più frequente in soggetti con elaborazione nocicettiva centrale aumentata: soggetti con dolore molto diffuso presentano una disfunzione globale dell’EIH, al contrario soggetti con dolore più localizzato presentano una disfunzione dell’EIH localizzata al distretto doloroso. Allo stesso modo soggetti con una più alta sensibilità dolorifica mostrano una diminuzione dell’EIH maggiore di quelli con più bassa sensibilità. I meccanismi fisiologici sottostanti a questo fenomeno rimangono, ad oggi, non completamente conosciuti. In generale, interazioni tra il sistema oppioide ed endocannabinoide e tra il sistema oppioide e serotoninergico sembrano avere un ruolo importante. Sebbene altri sistemi di controllo discendente del dolore (quali i meccanismi di conditioned pain modulation) potrebbero avere un ruolo nell’ipoalgesia indotta dall’esercizio doloroso questi sembrerebbero essere indipendenti. Il ruolo dei sistemi autonomo e immunitario rimane poco chiaro. Fattori psicosociali come paura del dolore, catastrofizzazione e credenze errate possono influenzare in modo rilevante l’EIH.
Particolari attenzioni andranno quindi considerate nella nostra pratica clinica quando ci troveremo a gestire l’esercizio fisico in soggetti con dolore cronico. Basare le nostre prescrizioni solo su fattori biomeccanici quali forza, resistenza o flessibilità potrebbe determinare un peggioramento dei sintomi del paziente e questo può diventare un importante barriera all’aderenza al programma terapeutico e all’attività fisica regolare. Sfortunatamente poche evidenze, a oggi, esistono per aiutarci a gestire i parametri dell’esercizio fisico in soggetti con un alterazione dell’EIH. Certamente diminuire la paura del dolore e del movimento (therapeutic neuroscience education e interventi congnitivi) e informare questi pazienti che è normale anche mostrare un aumento del dolore, soprattutto nelle fasi iniziali del programma di esercizi, può sicuramente migliorare l’aderenza del paziente e i benefici dell’esercizio fisico proposto.

 

Bibliografia:

  1. Bement MKH, Weyer A, Hartley S, Drewek B, Harkins AL, Hunter SK: Pain Perception After Isometric Exercise in Women With Fibromyalgia. Arch Phys Med Rehabil 1:89-95,
  2. Lee A, Harvey W, Han X, Price L, Driban J, Bannuru R, Wang C: Pain and functional trajectories in symptomatic knee osteoarthritis over up to 12 weeks of exercise exposure. Osteoarthritis Cartilage 26:501-512, 2018.
  3. V Naugle KM, Fillingim RB, Riley JL III: A meta-analytic review of the hypoalgesic effects of exercise. J Pain 13:1139-1150, 2012.
  4. Lannersten L, Kosek E: Dysfunction of endogenous pain inhibition during exercise with painful muscles in patients with shoulder myalgia and fibromyalgia. Pain 151:77-86, 2010.
  5. Vaegter HB, Handberg G, Graven-Nielsen T: Hypoalgesia after exercise and the cold pressor test is reduced in chronic musculoskeletal pain patients with high pain sensitivity. Clin J Pain 32:58-69, 2016.
  6. Koltyn KF: Analgesia following exercise. Sports Med 29:85-98, 2000.
  7. Dietrich A, McDaniel WF: Endocannabinoids and exercise. Br J Sports Med 38:536-541, 2004.
  8. Lima L, Abner T, Sluka K: Does exercise increase or decrease pain? Central mechanisms underlying these two phenomena. J Physiol 595:4141, 2017.
  9. Goodin BR, McGuire L, Allshouse M, Stapleton L, Haythornthwaite JA, Burns N, Mayes LA, Edwards RR: Associations between catastrophizing and endogenous paininhibitory processes: Sex differences. J Pain 10:180-190, 2009.
  10. Louw A, Zimney K, Puentedura EJ, Diener I: The efficacy of pain neuroscience education on musculoskeletal pain: A systematic review of the literature. Physiother Theory Pract 32:332-355, 2016.
  11. Vlaeyen JWS, Linton SJ: Fear-avoidance model of chronic musculoskeletal pain: 12 years on. Pain 153:1144-1147, 2012.
  12. Malfliet A, Kregel J, Meeus M, Cagnie B, Roussel N, Dolphens M, Danneels L, Nijs J: Applying contemporary neuroscience in exercise interventions for chronic spinal pain: Treatment protocol. Braz J Phys Ther 21:378-387, 2017.
  13. Nijs J, Lluch Girbes E, Lundberg M, Malfliet A, Sterling M: Exercise therapy for chronic musculoskeletal pain: Innovation by altering pain memories. Man Ther 20:216-220, 2015.

 

Accesso Utenti

FISIOTERAPISTA OMT

ifomptIl Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici dell'Università di Genova risponde pienamente agli standard formativi del terapista manipolativo dettati da IFOMPT. Leggi tutto