Eventi

CAPITA SELECTA XIX EDIZIONE

La fatica: nei muscoli o nella testa?
Come allenare il cervello per migliorare nello sport e nella riabilitazione

dorandopetri

16 dicembre 2018
Campus Universitario di Savona – Aula magna AN1
 

La XIX ed. dei “Capita Selecta” del Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici affronta quest’anno la tematica della fatica da una prospettiva psicobiologica, evidenziandone gli aspetti legati alla percezione ed approfondendo le strategie per il miglioramento delle prestazioni di endurance.

Tra queste l’intervento a livello di fatica “mentale” tramite l’allenamento “cognitivo” riveste un ruolo particolarmente importante.

La fatica è infatti un fenomeno percettivo estremamente complesso fortemente influenzato da credenze, esperienze pregresse e aspettative individuali. Queste sono anche caratteristiche alla base dell’effetto placebo e dell’effetto nocebo, che stanno entrando a far parte del bagaglio culturale e degli strumenti del tecnico sportivo e costituiscono una componente rilevante dell’intervento riabilitativo fisioterapico.

Nella sessione mattutina il prof. Samuele Marcora, fisiologo dello sport della Kent University (UK) , uno dei massimi esperti di fatica, presenterà le basi psicologiche e neurofisiologiche della percezione della fatica e le tecniche di miglioramento della performance di endurance.

Nel pomeriggio, a cura del gruppo di ricerca sul placebo del dipartimento di Neuroscienze della Università di Torino e del Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione (DINOGMI) dell’Università di Genova verranno approfonditi i meccanismi di condizionamento e di apprendimento alla base della risposta fisiologica e comportamentale indotta dalla manipolazione cognitiva placebo e nocebo e la sua applicazione nel campo dello sport, della medicina e della riabilitazione.

PROGRAMMA DETTAGLIATO:

Clicca qui per scaricare il programma della giornata in formato pdf

Come raggiungere l'aula AN1 nel Campus: http://www.cens.unige.it/wp-content/uploads/AN1.gif

 

 

I RELATORI

barbianiDiletta Barbiani
MS, PhD, Dipartimento di Neuroscienze, Università degli Studi di Torino.

 

 

 

cameroneEleonora Maria Camerone ha conseguito la maturità classica nel 2012. Nel 2015 ha conseguito una laurea triennale in Psicologia presso l’Università di Chester (Regno Unito) a pieni voti, pubblicando una tesi sperimentale su una metodologia di insegnamento per bambini. Nel 2016 ha concluso un primo Master in ‘Metodi di Ricerca in Psicologia’ presso l’University College London (UCL, Londra, Regno Unito), presentando una tesi sperimentale sul disturbo dell’autismo. L’anno successivo la dottoressa ha concluso un secondo Master in Neuroscienze presso l’università londinese King’s College London, pubblicando una tesi sperimentale sulla tematica del placebo. Nel 2017 ha iniziato un Dottorato di Ricerca della durata di tre anni presso l’Università di Genova e collabora con l’Università di Torino. Aree di interesse sono l’interazione mente e corpo, la percezione del dolore, il dolore nei disturbi muscoloscheletrici e l’effetto placebo.

carlinoElisa Carlino MS, PhD. Laureata in Psicologia ha completato il dottorato di ricerca in Neuroscienze Sperimentali nel 2010. Attualmente lavora presso l’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Neuroscienze. Lo scopo della sua attività di ricerca è quello di indagare i meccanismi psicologici e neurofisiologici alla base dell’effetto placebo, sia in condizioni fisiologiche (come la performance motoria o il dolore sperimentale) sia in condizioni patologiche (come la Malattia di Parkinson ed il dolore cronico).

 

 

 

frisaldiElisa Frisaldi Ricercatore Postdoc presso il Dipartimento di Neuroscienze “Rita Levi Montalcini”, Università degli Studi di Torino. Elisa Frisaldi, PhD, è genetista e ricercatrice postdoc presso il Dipartimento “Rita Levi Montalcini” dell’Università degli Studi di Torino. Ha inoltre il titolo di Master in Comunicazione della Scienza conseguito presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste. Il suo ambito di ricerca si focalizza sulle funzioni cognitive superiori, soprattutto quelle coinvolte nell’insorgere delle risposte placebo nell’ambito di dolore, Malattia di Parkinson e miastenia gravis. Il suo lavoro pone particolare enfasi sull’integrazione tra i meccanismi neurobiologici alla base dell’effetto placebo da un lato, e le loro applicazioni cliniche e implicazioni etico-sociali dall’altro. Nel 2015 riceve l’American William S. Kroger Award (per la pubblicazione Frisaldi et al Am J Clin Hypn 2015), il Best Presentation Award da parte del Comitato scientifico del IX Congresso dell’European Pain Federation EFIC®, e l’EFIC®-IBSA Foundation-EJP Publication Award (Carlino et al Eur J Pain 2015). Nel 2016 entra a far parte del progetto Young Against Pain (YAP), che supporta i migliori ricercatori italiani coinvolti nella ricerca sul dolore. Nel 2017 l’Accademia LIMPE-DISMOV le assegna il Best paper of November 2017 (Frisaldi et al Mov Disord 2017) e, a partire da marzo dello stesso anno, coordina il progetto internazionale EMPAThy — Expectations and Myasthenic PATients — che vede coinvolti, oltre al Dipartimento di Neuroscienze dell’Università degli Studi di Torino, il Nerve & Muscle Center del Texas (Houston), l’Università di Aarhus e l’Imperial College di Londra.

Sam MarcoaSamuele Marcora ha conseguito la laurea in Scienze Motorie presso l'Università Statale di Milano (Italia). Ha poi studiato per un MSc in Human Performance presso l'Università Wisconsin-La Crosse (USA), e per un PhD in Clinical Exercise Physiology presso la University of Wales-Bangor (UK). Dopo una carriera accademica di successo alla Bangor University, il professor Marcora ha iniziato il suo incarico come direttore della ricerca presso la University of Kent alla fine del 2010. Il suo ruolo è quello di stimolare, coordinare, monitorare e valutare tutte le attività di ricerca all'interno della School of Sport and Exercise Sciences.

 

Alessandro Piedimonte1Alessandro Piedimonte
MS, PhD, Dipartimento di Neuroscienze, Università degli Studi di Torino. Il Dott. Alessandro Piedimonte si è laureato a pieni voti presso la facoltà di Scienze della Mente dell’Università di Torino ed ha ottenuto un Master in diagnosi e riabilitazione neuropsicologica. In seguito, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Neuroscienze lavorando sul controllo motorio in pazienti affetti da specifiche patologie neurologiche ed ha perfezionato le sue conoscenze presso la University of Pennsylvania. Attualmente si occupa di studiare, attraverso l’elettrofisiologia, gli effetti placebo e nocebo nell’ambito della fatica e del dolore presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino.

 

rossettiniGiacomo Rossettini, fisioterapista libero professionista, MSc, OMPT, PhD. Si occupa di ragionamento clinico e riabilitazione muscoloscheletrica da 10 anni. Ha conseguito il titolo di OMPT nel 2010, la laurea magistrale nel 2013 ed il dottorato di ricerca in Neuroscienze nel 2018. E’ docente presso il Master in riabilitazione dei disordini muscoloscheletrici dell’Università di Genova e per il corso di Terapia Manuale Integrata presso il corso di Laurea in Fisioterapia dell’Università di Verona.

 

 

Accesso Utenti

FISIOTERAPISTA OMT

ifomptIl Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici dell'Università di Genova risponde pienamente agli standard formativi del terapista manipolativo dettati da IFOMPT. Leggi tutto